Formazione docenti

Sicurezza

Nei giorni 18 febbraio 2017 e 25 febbraio 2017 si è tenuto il corso di formazione in presenza rivolto ai docenti e al personale della scuola

Modulo 1 - Formazione generale di base (4 ore)

Concetti di rischio 2. Danno 3. Prevenzione 4. protezione 5. Organizzazione della prevenzione aziendale 6. Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali 7. Organi di vigilanza, controllo e assistenza 

Modulo 2 - Formazione specifica per mansione - rischio medio  (8 ore)

- Videoterminali - Ambienti di lavoro - Stress lavoro-correlato - Segnaletica - Emergenze - Rischio elettrico - Procedure esodo e incendi - Procedure organizzative per il primo soccorso - Rischio chimico - Rischio biologico - Lavori in altezza - Movimentazione manuale dei carichi 

 

Si sono formati 35 dipendenti dell' Istituto Comprensivo

Progetto DISLESSIA AMICA

 

La nostra scuola partecipa a “ Dislessia Amica", il progetto formativo di e-learning, volto a rendere la scuola italiana inclusiva per gli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA).

 

Il progetto (realizzato da  AID e da  Fondazione TIM, d’intesa con il MIUR) è rivolto alla scuola primaria e alla scuola secondaria di primo e secondo grado. Il percorso, che avrà una durata di 40 ore, si articola in 4 moduli:

 

Competenze organizzative e gestionali della Scuola;

 

Competenze osservative dei docenti per la progettazione efficace del PDP;

 

Competenze metodologiche e didattiche;

 

Competenze valutative

 

Ogni modulo avrà una durata di 10 ore, così articolate:

 

7 ore di formazione con studio individuale dei materiali proposti (indicazioni operative, approfondimenti);

 

2 ore di videolezione;

 

1 ora per la verifica mediante un questionario a risposte chiuse. 

 

A conclusione di ogni singolo modulo i docenti partecipanti dovranno completare un test, il cui superamento consentirà l'accesso alla fase successiva.

 

Hanno aderito alla proposta formativa  46 docenti di scuola primaria e secondaria di primo grado (su un totale di 53) e allo stato attuale il 80% dei partecipanti ha completato con successo il percorso formativo.

 

FORMAZIONE IN PRESENZA DOCENTI SCUOLA SECONDARIA

Lunedì 5 dicembre 2016 prenderà avvio il corso di formazione in presenza rivolto ai docenti della Scuola Secondaria del nostro Istituto. La relatrice, Dott.ssa Laura Cassani, esperta e formatrice AID (Associazione Italiana Dislessia) affronterà coi docenti le seguenti tematiche

  • caratteristiche DSA nella preadolescenza / scuola inclusiva
  • osservazione / progettazione didattica inclusiva / PDP / verifiche e valutazione
  • metodo di studio / mappe mentali e mappe concettuali / audiolibri / libri digitali / software compensativi

Alle lezioni teoriche si alterneranno momenti di formazione laboratoriale con l'utilizzo diretto di software free.

Hanno aderito alla proposta formativa  18 docenti di scuola  secondaria di primo grado (su un totale di 24) e il 100% dei partecipanti ha completato il percorso formativo.

 

PIANO NAZIONALE FORMAZIONE DOCENTI 2016- 2019

 

Più risorse rispetto al passato, una maggiore qualità dei percorsi formativi, nove priorità nazionali di formazione individuate dal Ministero da declinare all’interno di percorsi personalizzati per ciascun docente. Sono le principali novità del Piano nazionale per la formazione degli insegnanti presentato dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini.  

 

Il Piano lanciato oggi prevede un investimento di 325 milioni di euro per la formazione in servizio degli insegnanti, che diventa obbligatoria e permanente come previsto dalla legge Buona Scuola. A queste risorse si aggiungono gli 1,1 miliardi della Carta del docenteper un totale di 1,4 miliardi stanziati nel periodo 2016/2019 per l’aggiornamento e lo sviluppo professionale del corpo insegnante. Saranno coinvolti nel Piano di formazione tutti i docenti di ruolo, per un totale di circa 750.000, e sono previste azioni formative per tutto il personale scolastico. Nove le priorità tematiche: dal digitale, alle lingue, dall’alternanza scuola lavoro all’inclusione, alla prevenzione del disagio giovanile, all’autonomia didattica. La qualità dei percorsi sarà assicurata attraverso nuove procedure di accreditamento a livello nazionale dei soggetti erogatori che consentiranno anche di monitorare gli standard offerti. Sarà fatto un investimento specifico sulla ricerca in questo campo per favorire il finanziamento, la raccolta e diffusione delle migliori startup formative. Le migliori pratiche formative, grazie alla collaborazione con INDIRE (Istituto nazionale di documentazione innovazione e ricerca educativa), saranno inoltre raccolte in una biblioteca delle innovazioni. Ogni docente avrà un proprio Piano di formazione individuale che entrerà a far parte di un portfolio digitale contenente la storia formativa e professionale dell’insegnante. I bisogni di formazione individuale confluiranno nel Piano di ciascuna scuola: la formazione diventa infatti uno dei cardini del miglioramento dell’offerta formativa. Fra i pilastri del Piano, la formazione sulle lingue, che coinvolgerà 130.000 insegnanti prevedendo l’innalzamento del livello di competenza linguistica e percorsi sulla metodologia CLIL.


Il Piano
La formazione (comma 124 della legge Buona Scuola) diventa 
“obbligatoria, permanente e strutturale”. Tutti i 750.000 docenti di ruolo saranno coinvolti.
Il Piano definisce con chiarezza gli obiettivi per il prossimo triennio. Per la prima volta sono previste 
9 priorità tematiche nazionali per la formazione:

 

  • Lingue straniere;

  • Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento;

  • Scuola e lavoro;

  • Autonomia didattica e organizzativa;

  • Valutazione e miglioramento;

  • Didattica per competenze e innovazione metodologica;

  • Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale;

  • Inclusione e disabilità;

  • Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile.

 

Il Miur assume la regia nazionale della formazione: stabilisce le priorità, ripartisce le risorse, monitora i risultati delle attività, sviluppa accordi nazionali con partner della formazione. Le scuole, sulla base delle esigenze formative espresse dai singoli docenti attraverso i Piani individuali di formazione, progetteranno e organizzeranno, anche in reti di scuole, la formazione del personale. Ogni docente avrà un portfolio digitale che raccoglierà esperienze professionali, qualifiche, certificazioni, attività di ricerca e pubblicazioni, storia formativa. Le attività formative saranno incardinate nel Piano dell’Offerta e saranno perciò coerenti con il progetto didattico di ciascun istituto. La formazione potrà svolgersi in modo diversificato: con lezioni in presenza o a distanza, attraverso una documentata sperimentazione didattica, attraverso la progettazione. 
Saranno finanziate le migliori 
‘startup della formazione’: il Miur promuoverà la ricerca, la sperimentazione, incentivandole a lavorare insieme a strutture scientifiche e professionali per la costruzione di percorsi innovativi di formazione. In collaborazione con INDIRE sarà realizzata una Biblioteca digitale scientificamente documentata delle migliori attività didattiche e formative.

 

(FONTE USR LOMBARDIA)

 

http://www.slideshare.net/miursocial/piano-per-la-formazione-dei-docenti-2016-2019

CERCA NEL SITO

Ricerca scuole - MIUR
Ricerca scuole - MIUR
Iscrizioni on line - MIUR
Iscrizioni on line - MIUR

Progetto

SOLIDARIETA'

ALUNNI STRANIERI

Vai alla sezione del sito
Vai alla sezione del sito
Progetto MIUR - Modulistica tradotta
Progetto MIUR - Modulistica tradotta
Fare scuola con le Indicazioni Nazionali
Fare scuola con le Indicazioni Nazionali